L'associazione

Aree Tematiche

Archivio

Home > Aree Tematiche > Acqua bene comune

Tavolo Piceno dell'acqua: report incontro 19/09/2011

 

Carissime/i,
queste due righe non vogliono essere il report dell’incontro di lunedì 19 settembre, ma semplicemente un pro memoria di quanto abbiamo condiviso in conclusione di discussione.
 Per rapidità riporto punti sintetici in successione :
1)      Il Tavolo Piceno dell’Acqua vede il risultato referendario come un importante traguardo che è, però, anche un punto di partenza per un nuovo percorso, che lo renda progressivamente capace di svolgere un ruolo attivo per la tutela e la valorizzazione dei beni comuni.
2)    Su questa riformulazione ed ampliamento di orizzonte lavoreremo con calma, a partire da alcuni elementi di proposta e riflessione che ci verranno proposti da Pier Paolo.
3)     Intanto riprendiamo il nostro impegno concreto perché la volontà popolare espressa con il referendum del 12 e 13 giugno venga eseguita nel nostro contesto. Si tratta, perciò, di avviare contatti (attraverso specifici incontri) sia con L’Ato che con la Ciip al fine di raccogliere dati, capire gli orientamenti e gli eventuali impedimenti, fare proposte e porre richieste in merito: a) all’abrogazione della remunerazione non inferiore al 7% sul capitale investito (ed all’eventuale conseguente pari riduzione del carico in bolletta); b) alla trasformazione della SPA in Azienda pubblica speciale, con gestione trasparente e partecipata, attraverso nuove forme di coinvolgimento nelle scelte gestionali sia dei rappresentanti dei lavoratori che dei cittadini utenti.. Per fare tutto questo si è ritenuto necessario costituire  un tavolo di approfondimento (che studierà gli aspetti contenutistici avvalendosi eventualmente anche di qualche supporto specialistico esterno) a cui per il momento hanno aderito: Gianfranco Marinelli, Nazzareno Mosca, Andrea Panichi, Olimpia Gobbi ma che attende altre partecipazioni. SAREBBE NECESSARIO CHE   ALTRE PERSONE DIANO LA LORO DISPONIBILITA’. VI PREGHIAMO DI PROPORVI.
4)     Occorre inoltre riprendere un regolare rapporto con il Coordinamento regionale del forum dell’Acqua. Tale rapporto va tenuto, come in passato, da un  referente. Roberto Orsini, per ragioni di indisponibilità assoluta di tempo, non può continuare a svolgere questa funzione ed in sede di riunione non sono emerse altre disponibilità. CHI PUO’ SVOLGERE QUESTO COMPITO che in questa fase è molto meno impegnativo di quanto sia stato in campagna referendaria? Si tratta semplicemente di dare il proprio nominativo perché il Coordinamento regionale abbia un referente unico e riconosciuto a cui mandare informazioni e con cui interfacciarsi per gli eventuali collegamenti, scambi di materiali e connessioni in caso di iniziative comuni. ANCHE PER QUESTO ASPETTIAMO PROPOSTE.
5)     Si è condivisa l’idea che il Tavolo Piceno dell’Acqua aderisca al Coordinamento provinciale per il Suolo ed il Paesaggio (entrambi beni comuni essenziali alla qualità della vita delle popolazioni e continuamente sotto attacco speculativo). Poiché alla rete intendono partecipare altre associazioni, già attive su questo tema, e poiché saranno necessari ulteriori approfondimenti, si organizzerà un apposito incontro a fine mese. Maria Rita Giovannelli verificherà se potremo essere accolti presso la Villa Seghetti Panichi di Castel Di Lama, mentre Maurizio Fazzini, Paola Massi, Elio Capecci, Pino Manzoni danno la loro disponibilità a lavorare sul tema. In allegato troverete un testo di orientamento, già inoltrato ad alcuni di voi.
Se ho dimenticato qualcosa, integrate pure.
E soprattutto fatevi avanti con la vostra disponibilità e con le vostre proposte.
Un caro saluto. Olimpia
20 settembre 2011
Associazione Luoghi Comuni

Commenta questo contenuto

Il tuo commento (max 400 caratteri, 400 restanti):
Non usare codici HTML nel commento: sono automaticamente cancellati e dunque non pubblicati.

Il tuo nome:


La tua email (non sarà pubblicata, ma è necessaria):

Associazione Luoghi Comuni - Ascoli Piceno - info@luoghi-comuni.org